Certificata ISO 9001:2015 Adempimenti Obbligatori Sicurezza Alimentare & sul Lavoro
Home » Cosa devono fare i Ristoranti

Cosa devono fare i Ristoranti

Norme di carattere generale per i Ristoranti

Norme di carattere generale per i Ristoranti - Certificata ISO 9001:2015
  1.  Si adottano adeguate soluzioni organizzative per evitare assembramenti di clienti all’ingresso dell’esercizio e all’interno della sala ristorante;
  2. si prevede, ove possibile, una separazione degli accessi di entrata e di uscita;
  3. vanno favoriti sistemi di prenotazione telefonica e digitale;
  4. all’ingresso vengono posizionati dispenser con gel igienizzanti per la pulizia delle mani dei clienti;
  5. non è disponibile l’uso del guardaroba;
  6. gli avventori possono continuare ad essere accompagnati al tavolo;
  7. i bagni a disposizione dei clienti sono dotati di prodotti igienizzanti per il lavaggio delle mani e riportano dépliant con le raccomandazioni delle Autorità sanitarie;
  8. l’accesso ai servizi igienici dovrà avvenire evitando assembramenti;
  9. si consiglia l’adozione di menu digitali su dispositivi dei clienti o, in alternativa, si procede alla igienizzazione dei menu dopo ogni uso;
  10. il personale di sala è dotato di dispositivi di protezione individuale (mascherine) e mantiene, nei limiti del possibile, la distanza interpersonale di un metro;
  11. gli oggetti utilizzati per un servizio (cestino del pane, prodotti per il condimento, zuccheriera monodose, ecc.) non possono essere messi a disposizione di nuovi clienti senza adeguata igienizzazione. È altresì possibile che l’esercente adotti soluzioni alternative quali prodotti monouso, ecc.;
  12. possono essere messi a disposizione degli avventori appositi cestini per poter buttare i dispositivi di protezione individuale, nonché altri rifiuti biologici (fazzoletti);
  13. i tavoli sono distribuiti assicurando il distanziamento di un metro l’uno dall’altro e, a tal fine, ciascuna azienda può adottare le soluzioni più adeguate al proprio layout;
  14. ai clienti che richiedono un distanziamento interpersonale anche nel proprio tavolo, questo viene assicurato con l’adozione di adeguate misure di protezione;
  15. si favoriscono sistemi digitali di pagamento direttamente dal tavolo. In ogni caso, alla cassa è posizionata adeguata segnaletica orizzontale per il distanziamento e di protezione;
  16. piatti, bicchieri, posate e simili sono lavati in lavastoviglie a temperatura adeguata, in modo che possano essere disinfettati, inclusi gli oggetti che non sono stati utilizzati dai clienti in quanto potrebbero essere entrati in contatto con le mani degli stessi. Spetta all’esercente verificare le temperature di lavaggio, così come il corretto dosaggio di detergenti e disinfettanti chimici utilizzati nella lavastoviglie. Se, per qualsiasi ragione, il lavaggio automatico non fosse possibile, nell’eseguire quello manuale si consiglia di utilizzare le procedure standard con lavaggio, disinfezione e risciacquo, usando il massimo livello di precauzione, asciugando le stoviglie con tovaglioli di carta monouso;
  17. tovaglie, tovaglioli e altri tessuti per la tavola devono essere messi in specifici sacchi per la lavanderia e il lavaggio deve assicurare la rimozione di agenti patogeni. 
  18. Manca una indicazione del numero di clienti che possono accedere in un locale in base alla metratura per il servizio al bancone di bar o altri esercizi.
  19. Le procedure di sanificazione dei servizi igienici e della sala sono affidate all’organizzazione dell’esercizio e non sono indicati protocolli